Job Day Esselunga: Bologna 20-21 giugno 2017

EsselungaJobIl Job Day è un’iniziativa che Esselunga organizza sul territorio, finalizzata alla ricerca e selezione di personale per i propri Superstore e Supermarket.

È un evento a numero chiuso: prendendo parte al Job Day, i candidati convocati hanno la possibilità di conoscere l'organizzazione dell'azienda e scoprirne i percorsi di crescita professionale, oltre a partecipare a un primo colloquio individuale.

Chi ritiene di avere un ottimo orientamento al cliente, buone capacità organizzative, spirito di iniziativa e cerca un lavoro dinamico e con concrete possibilità di crescita, può iscriversi subito al prossimo Job Day che si terrà a Bologna il 20 e 21 giugno 2017.

Le iscrizioni sono aperte fino al 21 maggio 2017.

Esselunga Job Bologna 2017


18app

è l’applicazione ideata dallo staff del Governo per spendere il bonus di 500 euro assegnato ai maggiorenni.

18app è pronta per essere lanciata e i diciottenni che attendono la sua uscita sono tantissimi. Difatti mediante questa applicazione si potrà spendere il bonus di 500 euro. Tutti i ragazzi che in quest’anno compiranno 18 anni potranno ottenere il bonus di 500 euro che viene stanziato dal Governo.
L’applicazione sarà l’unico modo di poter spendere i soldi del bonus cultura e tramite 18app si potranno avere tutte le informazioni utili.

18app sarà infatti un grande marketplace dove chi ha ottenuto il bonus cultura potrà effettuare gli acquisti. I soldi potranno essere spesi esclusivamente mediante 18app e nell’area riservata si potranno visionare saldo e beni già acquistati.
18app è il modo che il Governo ha ideato per far conoscere ai giovani tutte le offerte a cui possono accedere mediante il bonus cultura e per tracciare l’utilizzo dei soldi.

18app raccoglierà infatti tutte le informazioni sul bonus cultura e darà la possibilità di gestire ogni aspetto dei 500 euro dati dal Governo. Rimane da chiarire però il funzionamento di 18app, dal momento che le voci al riguardo sono discordanti.
L’uscita ufficiale dell’applicazione era prevista per il 15 settembre, ma al momento ancora non sono stati chiariti tutti i dettagli.

Di seguito abbiamo provato a spiegare, in base alle prime indiscrezioni, come funzionerà 18app e a capire quali sono i passaggi da fare prima di spendere i soldi.

18app: come funziona l’applicazione per spendere il bonus diciottenni?

Il Governo con il pacchetto Buona Scuola ha stabilito che coloro che compiranno 18 anni nel 2016 otterranno un bonus da spendere nel settore cultura. Il bonus di 500 euro potrà essere speso solo mediante un’applicazione, 18app.
Il lancio di 18app è previsto per il 15 settembre 2016, ma dalle prime indiscrezioni sappiamo che non sarà una vera e propria applicazione.

18app non potrà infatti essere scaricata sul vostro sistema Android o Apple, ma sarà un sito a cui accedere. In un primo momento si era parlato di un’app scaricabile su tablet e smartphone, ma al momento la situazione è differente.
18app sarà un sito dove coloro che hanno ottenuto la card cultura potranno vedere le offerte, visionare i biglietti per mostre, esposizioni e altri eventi culturali a disposizione.

Tramite 18app i beneficiari del bonus cultura, quasi 600 mila diciottenni, potranno visionare le offerte, scaricare il voucher o il Qr Code e spendere di volta in volta i soldi del bonus per l’attività che si è scelta.

18app: cosa fare prima del lancio ufficiale?

I diciottenni potranno fin da adesso svolgere alcune operazioni necessarie ad accedere al marketplace. Si deve infatti effettuare la registrazione, dal momento che deve essere rilasciato un Pin unico che deve essere utilizzato per fare gli acquisti.

Fin da oggi ci si può registrare per ottenere il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale (SPID). Tale registrazione permette all’utente di accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione, compresa 18app.

Per richiedere lo SPID sarà sufficiente fornire i seguenti dati:

  • nome e cognome;
  • sesso, luogo e data di nascita;
  • codice fiscale ed estremi del documento d’identità;
  • mail e numero di cellulare.

Questi dati dovranno essere inviati ad uno dei tre enti che gestiscono il servizio: Tim, Poste Italiane e Info Cert. Una volta che verrà rilasciato l’ID si potrà accedere ai servizi di 18app e conoscere le offerte tramite le quali spende i 500 euro di bonus cultura assegnati.
Gli acquisti potranno essere effettuati in una sola soluzione o in più volte e si avrà tempo fino al 31 dicembre 2017 per effettuare le spese.

Arriva la piattaforma italiana per i lavori saltuari con pagamenti immediati e sicuri

joebee_jobs_diariodelweb

Alessio Abbateianni, fondatore di Joebee, spiega i vantaggi della nuova piattaforma che consente di trovare lavori occasionali creando un profilo su una app del telefonino. AIUTARE chi cerca un impiego occasionale a trovarlo in tempi rapidi con la garanzia dell'immediato pagamento. E la mission di Joebee, la prima piattaforma italiana dedicata alle prestazioni di lavoro occasionali, fondata da Alessio Abbateianni. L'imprenditore 33enne ha messo a punto uno strumento - attualmente attivo a Milano, ed entro il 2016 in tutta Italia— che metterà in contatto diretto privati e imprese, e con reciproci vantaggi.

Come funziona Joebee?

«In modo molto semplice. Basta andare sul sito www.joebee.com, o scaricare la app disponibile per iOS e Android, e creare il proprio profilo specificando le declinazioni coerenti al tipo di attività per cui ci si propone. A quel punto si è pronti a cogliere tutte le opportunità lavorative disponibili».

Supponiamo che una studentessa cerchi lavoro come promoter...

«Dovrà selezionare i profili disponibili e proporsi, inserendo le informazioni richieste. Nel momento in cui viene selezionata dall'azienda riceve un notifica istantanea attraverso cui potrà accedere alla scheda dell'attività, valutando se accettare o rifiutare».

E se decide di accettare?

«Dovrà recarsi sul luogo dove si svolge l'attività cd effettuare il check-in, che è geolocalizzato e si attiva solo nella posizione corrispondente al punto corretto. Al termine della giornata lavorativa effettuerà il check- out e riceverà entro 24 ore quanto le spetta, tramite bonifico, ma stiamo lavorando alla attivazione di una speciale card».

Cioè? Di che si tratta?

«Ogni utente Joebee al momento del check-out dovrà attivare una card rilasciata dalla banca partner su cui saranno effettuati gli accrediti. Il meccanismo dovrebbe essere attivo entro l'anno».

Chi stabilisce il compenso?

«Ciascun candidato ha la facoltà di determinare le proprie tariffe sulla base delle singole aspettative o di seguire i consigli automatici di Joebee basati su un algoritmo di screening dei compensi medi e del tasso di conversione».

E le aziende che benefici hanno?

«Joebee consente al gestore di un'attività, ad esempio nel caso di un promoter, di monitorare le sue perfomance di vendita in tempo reale. Inoltre sin dalla fase di ricerca è tenuta in considerazione l'effettiva disponibilità dei candidati. Chi sta cercando una risorsa attraverso un calendario potrà vedere se è effettivamente libero, con la massima efficienza nella fase di recruiting».

Chi ha ingaggiato un candidata può anche esprimere la sua valutazione?

«Sì certo, può farlo attraverso una recensione o semplicemente con una valutazione da zero a cinque».

Parliamo dei costi

«Noi non facciamo intermediazione. Non c'è rincaro sul valore della prestazione. Vendiamo esclusivamente il servizio di utilizzo della piattaforma: ossia che venga gestito l'e-payment e che sia assicurata la correttezza della prestazione. Una percentuale che coincide col 10% del valore netto, che prendiamo da chi offre lavoro e da chi lo cerca».

Quante professioni ci sono all'interno di Joebee?

«Circa 160. Ogni giorno però decine di utenti ci contattano proponendoci di aggiungere la propria professione quando non è contemplata da Joebee».

Al momento quanti sono gli iscritti?

«Sfioriamo i diecimila, ma ci aspettiamo una rilevante percentuale di migrazione di prestatori d'opera occasionali, che usualmente lavorano tramite agenzie, stimolati dall'opportunità di definire in autonomia le proprie tariffe e incassare immediatamente il pagamento delle prestazioni».

BASTANO POCHI CLICK Disoccupati, precari, studenti o pensionati? Con Joebee è possibile accedere a diverse offerte di lavoro offrendosi direttamente a diversi committenti ogni giorno.

www.joebee.com

INFORMA FAMIGLIE - DISTRETTO DI FIDENZA

Siete una famiglia o volete diventarlo? Avete bambini o siete in attesa? I Centri per le Famiglie hanno organizzato per voi una Banca Dati relativa al territorio della regione Emilia Romagna dove troverete tantissime informazioni raccolte e aggiornate da una Redazione regionale e, attualmente, da venti Redazioni locali. Informafamiglie vi offre inoltre la possibilità di richiedere informazioni personalizzate o consulenze via mail, ai counsellor, sui diversi temi legati alla genitorialità.

www.informafamiglie.it

COS’È IL LAVORO STAGIONALE?

 

 

Il lavoro stagionale è un lavoro a tempo determinato che si svolge prevalentemente durante specifici periodi dell’anno.

 

La richiesta di lavoratori stagionali è legata ad attività che si svolgono esclusivamente in determinati mesi, per questo motivo ogni stagione ha i suoi settori privilegiati, la maggior parte delle richieste in ogni caso riguarda i settori agricolo e turistico alberghiero.

 

Per cercare un lavoro stagionale devi muoverti per tempo, con alcuni mesi di anticipo rispetto al periodo in cui sarai effettivamente disponibile. La ricerca di lavoro richiede tempo, risorse, molta buona volontà e costanza.

 

Se vuoi approndire l'argomento clicca qui per scaricare una breve guida informativa.